Connect with us

Calcio, Arte & Società

Storia del Fantacalcio: molto più di un (fanta)gioco

Published on

GLIEROIDELCALCIO.COM (Amleto Giannini di Fantamaster.it) – “Mas que un gioco”. Reinterpretando le parole che campeggiano al Camp Nou di Barcellona, il Fantacalcio è più che un semplice gioco.

E’ un “passatempo” (qualche appassionato potrebbe offendersi) che rende il week-end calcistico più appassionante ed avvincente ed è anche un modo per restare in contatto con amici, vicini e lontani, attraverso la consegna di una formazione e non solo.

Ogni sabato, a volte il venerdì, si cerca di schierare l’undici migliore chiedendo aiuto a chiunque, in particolare amici, pagine Facebook e profili Instagram sui consigli fantacalcio, a volte anche ai santi nelle partite fondamentali che possono decidere le sorti di una Lega di Fantacalcio.

Il bello di prendere le sembianze di un allenatore di Serie A, di seguire le vicende dei propri giocatori, di provare ad avere delle intuizioni per schierare la formazione migliore, piace al ragazzino di 13-14 anni così come all’uomo più adulto, il Fantacalcio attira tutti per la sua semplicità, anche se ultimamente, anche grazie alla tecnologia, il livello di difficoltà e realismo è notevolmente aumentato.

Ma com’è nato il Fantacalcio?

Chi ha avuto questa brillante idea?

Riccardo Albini

Tutto ebbe inizio alla fine degli anni 80 quando un giornalista di una rivista di videogiochi, Riccardo Albini, andò negli Usa per un viaggio di lavoro e rimase incuriosito da un libro riguardante il Fantasy Football e il Fantasy Baseball.

L’idea gli piacque molto e decise di esportare questo gioco in Italia applicandolo allo sport più seguito: il calcio.

All’inizio, in pochi si cimentarono e poteva essere considerato un gioco per esperti, in quanto la carta e la penna erano gli unici strumenti per scrivere la formazione, tenere traccia dei punteggi, delle classifiche, etc.

Nel 1994 ci fu la svolta: la Gazzetta dello Sport, dopo un primo rifiuto, iniziò a credere nel Fantacalcio e decise di investire nel progetto vedendo il numero crescente di curiosi pronti a confrontarsi con questo passatempo.

Il successo fu strepitoso: la Rosea si aspettava al massimo 10-15 mila iscritti e, invece, al primo anno ne furono ben 70 mila, un numero impressionante che portò la redazione milanese a spingere maggiormente su questo progetto.

L’idea di Albini divenne realtà e, col passar degli anni, grazie al passaparola (lo strumento di marketing più potente in circolazione) subì un’ulteriore impennata arrivando al milione di fantallenatori nel giro di poco tempo.

Con l’avvento della connessione a Internet veloce e a portata di tutti, il metodo “carta e penna” va gradualmente in pensione (seppur esistono ancora alcuni fantallenatori “conservatori”) per dar spazio alle piattaforme online pensate appositamente per il gioco del fantacalcio.

La Gazzetta scopre di non avere più il monopolio, seppur con i propri inviati e pagellisti continui ad occupare un posto importante nell’assegnazione dei voti fantacalcio, le concorrenti cominciano ad alzare la voce proponendo delle alternative più che valide e sono sempre più agguerrite: FantaMaster, Fantagazzetta, FantaClub (per citarne alcune) hanno rapidamente scalato la vetta occupata in origine dalla redazione di Via Solferino. Ogni sito o app ha la sua particolarità, la sua caratteristica “speciale” che la rende unica, senza considerare gli “affezionati”, ovvero quei fantallenatori che per nessun motivo al mondo deciderebbero di abbandonare la loro piattaforma preferita con la quale hanno un vero e proprio legame affettivo.

Grazie alle tecnologie più recenti, come ad esempio le app per smartphone e il 4G, possiamo dire che, in un mondo sempre più connesso, quel che conta maggiormente è rendere intuitiva la gestione di una Lega di Fantacalcio senza proporre meccanismi troppo complicati che rischiano di ammazzare l’entusiasmo e il piacere di questo gioco. Il fantallenatore medio, in fin dei conti, non vuol perdere tempo con opzioni e regolamenti difficili da capire e vuole semplicemente divertirsi e magari vincere battendo senza pietà amici e parenti.

L’ultima novità: il Voto Statistico

Tra le novità più recenti e interessanti, non si può ignorare il voto statistico, che promette di rappresentare un’autentica rivoluzione nel mondo del Fantacalcio. L’idea è semplice: sostituire, o coadiuvare, i voti dei giornalisti con un voto prodotto da un algoritmo automatico e basato su statistiche e dati oggettivi.

Quali benefici potrebbe portare un’innovazione del genere? Sicuramente è un passo importante verso una valutazione più oggettiva, meno influenzata da fattori soggettivi e discutibili, più equilibrata. Staremo a vedere tra qualche anno cosa ne penseranno i fantallenatori.

Con la stagione appena conclusa, si stacca un attimo la spina in attesa del mese di Agosto quando riprenderà la solita e tanto amata routine calcistica, ma c’è chi non riesce proprio ad aspettare e segue tutte le notizie di mercato per poi arrivare all’asta ben preparato.

Per molti appassionati, giovani o meno giovani, il Fantacalcio ormai è diventato una cosa imprescindibile, non si riesce a stare senza: vorresti prendere una pausa ma per alcuni, è impossibile farne a meno, anche quando è tutto fermo. Forse Albini non si sarebbe mai aspettato un rapporto così morboso tra il gioco e l’utente ma non bisogna spaventarsi di fronte a tutto ciò: è una semplice passione per uno splendido gioco, secondo forse solo al calcio, amato da grandi e piccini.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio, Arte & Società

Perugia e Pastificio Ponte – Ritrovato un importante documento video con intervista a Franco D’Attoma

Published on

GLIEROIDELCALCIO.COM – Abbiamo già trattato il connubio tra Pastificio Ponte e Perugia Calcio recentemente (qui l’articolo). In questi giorni è stato rinvenuto e pubblicato un video dal valore storico davvero importante: dall’archivio di Radio Tele AIA di Perugia, preservato e curato da Michele Patucca su concessione degli eredi dell’editore Enrico Bonelli, è “spuntato” un video relativo ad una conferenza stampa del 1980 in cui Franco D’Attoma, Presidente del Perugia, rinnova l’accordo con il pastificio Ponte per la stagione 1980/81, dopo che nella stagione precedente avevano insieme “sfondato un muro” e incanalato il calcio verso una strada che avrebbe cambiato per sempre le regole di questo gioco. Nell’intervista post conferenza il Presidente, intervistato da Eolo Capacci, giornalista famoso nell’ambito del mondo delle Tv private romane dell’epoca, il Presidente mostra ancora una volta la sua grande lungimiranza in questo particolare ambito, anticipando usi e costumi attuali già quasi 40 anni fa.

Un documento eccezionale da ascoltare con attenzione dove alla scienza viene data l’opportunità, o l’onere, di sottolineare con forza l’importanza dell’alimentazione e quindi del valore nutrizionale della pasta. Il calcio non passa solo dagli impianti ma anche da un sano rapporto con l’alimentazione.

Non perdetevi questo fantastico “ritrovamento”.

 

 

 

Continue Reading

Calcio, Arte & Società

La rovesciata di Riva diventa un murale

Published on

GLIEROIDELCALCIO.COM – E’ il 18 gennaio 1970 e il Cagliari, primo in classifica, affronta il Vicenza al Menti. Riva, come spesso capita in questo periodo, sale in cattedra: un gol per tempo. Il primo con una goffa deviazione su cross di Bobo Gori, il secondo, entra invece nella leggenda. Non è infatti un gol qualunque, Rombo di Tuono si rende protagonista della “Rovesciata“, con la R maiuscola… Guardate il gesto tecnico, da lasciare senza parole…

E’ il 70′ e Brugnera mette il pallone in area, un cross dalla sinistra troppo lungo per Domenghini che la rimette in mezzo, un gesto istintivo. Riva nel frattempo prova ad avvicinarsi al compagno e quando il pallone gli passa sopra decide di eseguire una rovesciata di sinistro. Un gesto che si fa fatica a spiegare con le leggi della fisica.

La gara termina 2-1 per i sardi che si avviano verso il tricolore: il Vicenza accorcia le distanze a 6 minuti dalla fine. Ma la gara entrerà nella storia per questo gesto tecnico di Riva. Gesto che è stato “ripreso” da un murale di 6 metri per 8 nella piazza San Pietro, nel cuore di Perdasdefogu, in Ogliastra.

Continue Reading

Calcio, Arte & Società

Azzurri Legends, scende in campo la Nazionale delle Leggende Azzurre

Published on

I calciatori che hanno scritto pagine indimenticabili della storia di calcio della Nazionale torneranno a giocare insieme. Il 7 ottobre infatti la ‘Azzurri Legends’ farà il suo esordio il 7 ottobre sfidando selezione tedesca DFB-All-Stars. L’incontro, organizzato in collaborazione tra FIGC e la DFB è in programma allo stadio “Sportpark Ronhof” di Fürth alle ore 18.00.

Italia e Germania, oltre ad aver scritto pagine passate alla storia, sono anche tra le nazionali più vincenti: 8 Mondiali, 14 Finali, 4 Europei, 1 Olimpiade e 1 Confederations Cup.

Le gare più importanti hanno visto spesso trionfare i nostri colori, di seguito le gare più importanti e significative:

– Italia – Germania 4-3 (Mondiali 1970, semifinale)
– Italia – Germania 3-1 (Mondiali 1982, finale)
– Italia – Germania 2-0 (Mondiali 2006, semifinale)

“La Partita del Secolo” forse la più suggestiva, mentre la vittoria del 1982 ci ha regalato la possibilità di salire sul tetto del mondo con la banda Bearzot. Nel 2006 la vittoria ci spalanca l’accesso alla trionfale vittoria contro la Francia.

Già confermate le prime cinque Leggende: Cannavaro, Pirlo, Zambrotta, Gattuso e Totti, i  Campioni del Mondo nel 2006.

La Nazionale tedesca può contare sulla presenza, sino ad oggi, di 4 campioni del mondo 1990, Jürgen Klinsmann, Thomas Berthold, Guido Buchwald e Uwe Bein.

 il campione d’Europa 1996 Thomas Helmer; Torsten Frings e Jens Nowotny, due reduci della sfida di Dortmund 2006.

Ci saranno gli Azzurri del Mundial ‘82 in Spagna o quelli delle “Notti magiche” di Italia ‘90, fino ai più recenti protagonisti di Mondiali e Europei degli anni ‘90 e 2000.

Fonte FIGC

Continue Reading

Newsletter

più letti

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: