Connect with us

Gli Eroi del Collezionismo

I trofei della Lazio in mostra all’Olimpico

Published on

La Lazio ha organizzato una sorta di Museo itinerante e porta i propri trofei allo stadio.  A partire da oggi infatti nel piazzale all’ingresso della Curva Nord, verranno esposte le coppe vinte nei centoventi anni di storia. Il viaggio proseguirà, come si apprende dal sito ufficiale della società biancoceleste, con “… la seconda tappa dell’iniziativa, prevista per il 16 febbraio, vedrà i trofei esposti all’ingresso della Tribuna Tevere in concomitanza della partita Lazio-Inter. Successivamente, il 29 febbraio prossimo, in occasione della sfida Lazio-Bologna, sarà coinvolto il piazzale antistante la Tribuna Monte Mario…”.

Vai al comunicato ufficiale

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli Eroi del Collezionismo

Centenario Foggia – Il Comitato ‘Rossoneri per sempre’ e il sogno del Museo: “Costruiamolo insieme”

Published on

GLIEROIDELCALCIO.COM – Con un post su Facebook, il Comitato “Rossoneri per sempre” lancia il suo appello affinché tutti i tifosi dei Satanelli contribuiscano alla creazione del “Museo del Foggia Calcio”…

“Scartabellare vecchi ricordi. Magari pure impolverarsi. Andare a cercare in quell’angolo dell’armadio un pizzico di evasione e di serenità in grado di distrarci. E, intanto, contribuire fattivamente ad una tra le più affascinanti iniziative alle quali stiamo lavorando da un pò ❤️🖤

👉 Il Comitato “Rossoneri per Sempre” vuole costruire un vero e proprio museo, aperto a tutti.
E ti chiede una mano. Vorremmo che tu, in qualsiasi posto di italia e del mondo, anche attraverso una donazione temporanea (garantiamo ovviamente sulla restituzione del prezioso materiale) mettessi a disposizione di tutti il tuo ricordo, il tuo cimelio, il tuo pezzettino di storia del Foggia.
Che bello sarebbe riuscire a realizzare un’opera del genere? Con il sostegno di tutti, con l’impegno di ogni tifoso.

Questa emergenza e questa tristezza nella quale siamo precipitati finirà prima o poi. E quella malinconia che ci attanaglia, potremmo trasformarla in una bella galleria di ricordi condivisi da tutti.

📩 Come fare? Scrivici a questa mail, prendi contatti con noi. Aspettiamo il tuo materiale o la tua richiesta di chiarimenti qui: rossoneripersempre2019@gmail.com.”

Continue Reading

Gli Eroi del Collezionismo

Il Museo del Calcio di Coverciano resta regolarmente aperto al pubblico

Published on

“Durante l’emergenza sanitaria COVID-19, il Museo del Calcio resta regolarmente aperto al pubblico.

Al fine di garantire a tutti i visitatori una sicura fruizione del Museo, sono state adottate misure specifiche di pulizia e disinfezione degli spazi, sono stati installati dispenser per l’igienizzazione delle mani ed esposte le linee guida presenti nell’ultimo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

L’accesso al percorso espositivo verrà regolato seguendo le indicazioni delle autorità nazionali al fine di evitare una eccessiva compresenza di visitatori e consentire il rispetto della distanza interpersonale di un metro.

Tutto il personale del Museo del Calcio è a disposizione per maggiori informazioni”

Questo il messaggio pubblicato sul sito del Museo in cui si informa di aver adottato misure specifiche per garantire a tutti i visitatori una sicura fruizione degli spazi espositivi.

Vai al comunicato del Museo del Calcio

Continue Reading

Gli Eroi del Collezionismo

La Juventus, le stelle, la maglia…

Published on

GLIEROIDELCALCIO.COM (Luca Ferrario) – Le stelle e la Juventus. Un rapporto nato con l’arrivo della prima stella nel 1958 dopo la conquista del 10° titolo. Diventate due nel 1982 dopo la conquista del 20°. Proprio le due stelle sono protagoniste nella seconda metà degli anni ‘90 del nuovo design della kappa sport per le maglie dei bianconeri. Non più piccole e ricamate sul petto ma grandi e stampate sulle spalle dei campioni bianconeri. Le due grosse stelle gialle fanno il loro esordio nel 1994 sulla divisa da trasferta della Juventus.

Rimasta nei cuori dei tifosi per l’accoppiata scudetto (dopo 9 anni) e coppa Italia. Stilisticamente semplice, con i colori di Torino e per la prima volta in assoluto, con il logo societario sul petto. Nella stagione successiva, la 1995-96, vengono confermate le due stelle mentre il logo societario, per far posto allo scudetto, viene inserito all’interno della scollatura a V del colletto.

Maglia iconica. Simbolo dell’ultimo successo bianconero in Champions League.

Sempre nella stagione 95-96, mai utilizzata in partite ufficiali (solo in un’amichevole di fine campionato contro il Vicenza), è ora un cult per i collezionisti la terza maglia nera.A partire dalla stagione 1996-97, la kappa modificò sia il design delle maglie da trasferta sia le famose stelle, non più gialle ma blu. Nonostante la vittoria in supercoppa europea e in campionato, la maglia non suscita buoni ricordi nei tifosi bianconeri; fu infatti, scaramanticamente riproposta nella finale, persa, di Champions League contro i tedeschi del Borussia Dortmund.

Ancora blu su blu le stelle della divisa da trasferta che accompagnano i bianconeri nella stagione 1997-98, in parte simile a quella della stagione precedente. Da ricordare la vittoriosa trasferta di Kiev (1-4) nei quarti di finale di Champions League.

Arriviamo alla fine degli anni ‘90. La prima Juve di Marcello Lippi è ormai al capolinea. Il 7 febbraio 1999 il tecnico toscano consegna le dimissioni, dopo la bruciante sconfitta interna (2-4) con il Parma di Crespo & C. Seguirà un deludente 7° posto e l’eliminazione, dopo 3 finali consecutive, nelle semifinali di Champions League. Di pari passo meno fascino rivestono le ultime stelle proposte dalla kappa. Questa volta nere, poste sulle spalle della terza maglia (bianca) dei bianconeri. Con una particolarità. Lo stemma societario all’interno della stella stessa, per fare posto allo scudetto sul petto.

Nella stagione successiva, 1999-00, lo stemma societario torna sul petto mentre sulle maniche, oltre le stelle, compaiono delle bande con logo kappa.

O le ami o le odi. Per qualcuno pacchiane e troppo appariscenti, per altri iconiche e tra le migliori realizzate dalla kappa sport insieme alle maglie kombat dell’Italia e della Roma a cavallo tra fine anni novanta ed inizio nuovo millennio. Di sicuro entrate nella storia non solo dei tifosi bianconeri ma anche nel mondo del collezionismo, grazie al loro design innovativo e insolito.

Continue Reading

più letti

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: