Connect with us

Calcio, Arte & Società

Al Museo del Genoa “Gli Eroi di Anfield”

Published on

Attraverso una serie di incontri dal titolo “Genoa Stories, uomini di grande Genoanità“ inizia un percorso nella storia della squadra rossoblù. Come si apprende dal sito della Fondazione Genoa infatti “Memoria e orgoglio rappresentano il filo invisibile che unisce il popolo rossoblù. La Fondazione Genoa, fedele custode dei valori di una tifoseria speciale, ha così elaborato un vero e proprio viaggio nella memoria. Sono previsti, con cadenza mensile, dodici appuntamenti, ma altri se ne potranno aggiungere al termine del primo ciclo di incontri. La location non poteva che essere il Museo della Storia del Genoa, straordinario raccoglitore di cimeli e testimonianze del club più antico d’Italia. A stimolare i protagonisti a ricordare attraverso racconti, aneddoti, retroscena e a provare anche a svelare qualche mistero ancora irrisolto di quell’ affascinante romanzo popolare che è la storia del Genoa sarà Gessi Adamoli che, prima da tifoso e poi da giornalista, ha seguito in prima persona gli ultimi anni 50 anni del Grifone. Sarà di volta in volta affiancato da un collega, una grande firma che spesso coincide anche con l’essere un grande genoano. Tra gli altri Franco Manzitti, Massimo Donelli, Roberto Perrone, Giampiero Timossi, Pinuccio Brenzini, Giovanni Porcella, Giorgio Cimbrico e Edoardo Bozano.
Si partirà con gli “eroi di Anfield”: Tomáš Skuhravý e Simone Braglia insieme a Pato Aguilera in collegamento via skype da Montevideo e Osvaldo Bagnoli da Verona.
“Il Genoa operaio di Fossati” sarà il titolo della punta successiva con Onofri, Martina, Briaschi e Testoni nelle vesti di narratori.
Già in cantiere sono poi “I ragazzi di Sandokan” con Turone, Maselli, Garbarini e Manera ed uno speciale sul professor Scoglio, il mister più amato dai genoani”
Allora diamo il via a questo primo appuntamento, di seguito i dettagli:

Venerdì 22 novembre 2019 ore 18, Museo della Storia del Genoa
Gli eroi di Anfield
con Tomáš Skuhravý e Simone Braglia insieme a Pato Aguilera in collegamento via skype da Montevideo e Osvaldo Bagnoli da Verona.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria (info@fondazionegenoa.com o 0105959709).

Calcio, Arte & Società

Riva Presidente onorario del Cagliari mentre su Sky va in onda la sua storia

Published on

“Gigi Riva a partire dal prossimo 18 dicembre sarà il presidente onorario del Cagliari”, queste le parole di Tommaso Giulini, patron del Cagliari, a Milano durante l’anteprima dello speciale Sky “Buffa racconta Gigi Riva”. Ieri mattina infatti è stato proiettato il documentario riproposto poi

dalla tv satellitare in serata con un primo episodio, venerdì prossimo il secondo.

 

Nel 2020 il club sardo festeggerà il centenario e i cinquant’anni dallo storico scudetto, di cui Riva si è reso grande protagonista. “L’uomo che nacque due volte” è il titolo del documentario di Buffa, sempre un piacere ascoltare i suoi racconti, e ha inizio con la vita di Riva a Leggiuno, sul Lago Maggiore, per poi diventare sardo, d’adozione certo, e racconta la sua vita: la prematura scomparsa dei genitori, le partite all’oratorio di San Primo e poi la Sardegna. Quest’ultima dapprima vista come un piccolo puntino molto lontano dal finestrino dell’aereo che lo stava portando con la Nazionale Juniores in Spagna per un’amichevole. Poi il trasferimento, con molta diffidenza verso l’isola che sarebbe stata la sua vita. “Non amava parlare” racconta Buffa, “bastava quella smorfia sul lato sinistro della bocca”.

Attendiamo il secondo episodio ora, in attesa che Riva il 18 dicembre diventi Presidente del suo Cagliari.

Continue Reading

Calcio, Arte & Società

Un francobollo per il 60° anniversario della Lega Nazionale Dilettanti

Published on

Oggi è stato emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “lo Sport” dedicato  alla Lega Nazionale Dilettanti, nel 60° anniversario della sua istituzione, avvenuta nel 1959.

“Un francobollo in cinquecentomila esemplari per celebrare i sessant’anni della Lega Nazionale Dilettanti: da oggi Poste Italiane distribuisce l’ultima emissione del 2019 dedicata alla famiglia sportiva più grande d’Italia, disponibile presso lo sportello filatelico dell’ufficio postale di Roma VR per l’annullo primo giorno. Il francobollo ordinario emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico, stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e distribuito da Poste Italiane, appartiene alla serie tematica “lo Sport” con il valore della tariffa B pari a 1,10€.
La vignetta raffigura due giocatori in un’azione di gioco mentre, sullo sfondo, si intravede un bambino ed una bambina che giocano a pallone. In alto sono riprodotti il logo ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti e il logo del 60° anniversario della istituzione. A corredo è stato realizzato un bollettino illustrativo dell’emissione firmato dal Presidente Cosimo Sibilia che ha voluto fortemente celebrare insieme alla “grande famiglia dei dilettanti tutti i sacrifici svolti con passione da coloro che quotidianamente contribuiscono a rendere il calcio uno sport sano e sempre nel rispetto dei tre i valori fondamentali: fair play, fedeltà e impegno sociale”.
Le immagini e i “colori” del calcio dilettantistico saranno presentati ai rappresentanti delle istituzioni e ai vertici dello sport nell’ambito della Cerimonia di chiusura del 60° anniversario della LND il 19 dicembre a Roma alle ore 11.00 presso la “Sala della Protomoteca” del Campidoglio” (Comunicato LND odierno).

 

La nascita della Lega Dilettanti

2 agosto 1959: una data storica per il calcio dilettantistico

A seguito della riforma Zauli nasce la Lega Nazionale Dilettanti, con i Comitati Regionali per organizzare l’attività sul territorio.

Prima di allora si era parlato di Direttori di Zona e, successivamente, di Leghe Regionali, dipendenti direttamente dalla Federazione. Fu solo da quella data che l’attività delle migliaia di società che svolgevano attività dilettantistica venne regolata e diretta dalla Lega Dilettanti. In relazione alla riforma si passò alle elezioni per le cariche previste dallo Statuto e quale primo Presidente della Lega Dilettanti venne eletto un personaggio che doveva lasciare un ricordo indelebile nella vita della Federazione Italiana Giuoco Calcio: Ottorino Barassi, che della Federazione era stato, per molti anni, il Presidente, decaduto poi con il commissariamento della stessa. E con Barassi venne eletto il nuovo Consiglio, del quale facevano parte Carlo Arcudi, Renzo Lodi, Alfredo Conticini e Raffaele Ligore e, quale Segretario, Paolo Minà, padre del noto giornalista e Vice Segretario della FIGC. (dal sito della LND)

Continue Reading

Calcio, Arte & Società

Alberto Aquilani: “… i ricordi di quel campo di terra non hanno paragoni”

Published on

Un bellissimo post quello di Alberto Aquilani sul proprio account Instagram… parole che riportano ognuno di noi alla propria infanzia. Certo, lui già fortunato a giocare con un completino, degli scarpini, un campo “vero”. Molti di noi nemmeno quello… ma l’emozione è la stessa, che porti poi a diventare campioni o meno non cambia…

“Uno dei motivi per cui riguardo sempre con piacere questa foto è il campo di terra. Ogni scivolata voleva dire una sicura sbucciatura, i scarpini si rovinavano dopo appena tre giri di campo, nelle giornate estive la terra si alzava e ti entrava in gola, di inverno sotto al diluvio quel fango diventava una palude. Ma questo è stato l’inizio di tutto, e sono i miei ricordi più belli. Diventare un professionista mi ha portato a giocare sui campi migliori del mondo, ma i ricordi di quel campo di terra non hanno paragoni”

Continue Reading

più letti

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: